news ed eventi

Cummi Flu / Live set

concerto_cummi_flu_scenasonica_pordenone

Scena Sonica
Sabato 16 Dicembre / ore 19.30
Ex Convento San Francesco – Pordenone
Apertura biglietteria ore 19.00
Biglietto di ingresso con posto a sedere non numerato: 5€
Capienza: 130 persone


Si consiglia la prenotazione del biglietto per assicurarsi l’ingresso.
BIGLIETTI (SI ACQUISTANO LA SERA DELL’EVENTO DIRETTAMENTE ALL’EX-CONVENTO)

BIOGRAFIA
Cummi Flu è l’ultima raffigurazione artistica di Oliver Doerell, illusionista multimediale e “morphing”. Originario di Bruxelles, è stato la forza trainante delle precedenti creature: Dictaphone e SWOD, oltre alla Odd Orchestra di Raz Ohara.
Esperto di elettronica downbeat, il progetto Cummi Flu porta Doerell ad esplorare le sue visioni più strane con le frequenze più psichedeliche. Produttore, arrangiatore e multistrumentista. La sua carriera è stata spesso assimilata erroneamente all’universo stilistico della musica elettronica tout court, mentre l’artista ostenta una mentalità jazz-open dalle infinite gradazioni artistico-creative, capace di dialogare con il pop e l’avantgarde con la stessa padronanza intellettuale.

MUSICA
Le prime registrazioni presentano una raccolta, un collage di ritagli sonori basati su strumenti fatti in casa con elastici in tensione e l’uso del kalimba che segue il battito del cuore. Le canzoni risultanti sono un’esplorazione nei ritmi ultraterreni con un andirivieni di ascesa e caduta.
Nella sua musica Cummi Flu adagia tentazioni tribal-etniche su tappeti elettronico-percussivi che profumano di Africa, India e glitch-pop, nulla in comune con la club-music dei decenni scorsi, piuttosto un appassionato recupero della metodologia creativa che sconvolse l’Europa sull’onda delle migliori istanze della new wave.
Le dissonanze tra acustica ed elettronica che Colin Newman tentò di introdurre nel pop inglese, il suono delle percussioni africane, nonché l’eleganza dei Tuxedomoon o dei Names sono gli elementi frammentariamente riconoscibili nel suo album “Z”; ma l’abito cucito da Doerell e dalla voce magnetica della ballerina e cantante indiana Lady Ived è originale e innovativo.
E’ una piacevole sensazione quella di poter parlare di musica tedesca affine all’elettronica, senza dover ricorrere ai termini cosmic-music o kraut, questo perché il progetto Cummi Flu offre una lettura più ampia e complessa, che affonda le sue radici nella musica europea e le sue contaminazioni offrono un variegato campionario di ritmi e melodie che a un primo ascolto appare leggermente disconnesso, per poi assumere i contorni di un viaggio sonoro tra le mura di un futuristico museo delle civiltà contemporanee. E’ una vivace urban music dove le origini belghe di Doerell sono più evidenti che in passato, soprattutto per quella atmosfera crepuscolare che infetta gli electronic-treatments, ma è anche un bizzarro dj-set, dove le abat-jour sostituiscono i neon e le luci stroboscopiche.

Cummi Flu produce un suono difficile da collocare, mentre allo stesso tempo predica su antichi sentimenti di estraniamento, santuario e auto esplorazione.


L’accesso all’Ex-Convento per il concerto sarà da Via San Francesco
(la stessa via in cui si trova il ristorante “AL CENACOLO”)