news ed eventi

Anima / Luciano Roman legge Leonardo Da Vinci

esercizi_di_memoria_pordenone_exconventolive

Esercizi di Memoria
Venerdì 20 Aprile 2018 / ore 19.00
Ex Convento San Francesco – Pordenone
Capienza: 130 persone

“Anima”
Luciano Roman legge Leonardo Da Vinci
Un’incursione nella mente di un genio, provando a esplorare forme, curiosità e suggestioni dell’ arte di Leonardo da Vinci.

Leonardo è un’ icona: scienziato, pittore e mago ma in realtà un personaggio ancora misterioso, inafferrabile.  Uno dei termini più ricorrenti nel suo vocabolario è “anima”: qualcosa che per lui era estremamente concreto e scientificamente dimostrabile. Roman affronta  alcune pagine dagli scritti poco conosciuti che comprendono le osservazioni di Leonardo sulla natura, la ricerca di Leonardo sull’anima che era un approccio trasversale, che coincideva con la ricerca della verità e dell’ essenza stessa della natura.  Il senso di questa esplorazione nella mente dell’ artista-scienziato è anche un omaggio al genio di Leonardo che cercava l’ umanità e la perfezione in ogni elemento della sua arte. Uno dei termini più usati nel vocabolario di Leonardo è “Anima”.
Ma cosa significa per lui questa parola? L’Anima è per Leonardo una cosa estremamente concreta, per lui dimostrabile scientificamente. Dall’occhio (“Finestra dell’Anima”) parte una sorta di tunnel nervoso che porta informazioni al cervello; queste informazioni incontrano una zona che contiene il mondo sensibile, le emozioni, poi una zona che si trova al centro del cervello chiamata appunto Anima, e infine nella parte posteriore c’è un’ultima zona preposta alla memoria.

Luciano Roman ha lavorato un decennio al Piccolo Teatro di Milano come attore protagonista di spettacoli di Strehler e Ronconi. La sua formazione si deve anche ai numerosi ruoli ricoperti in spettacoli di Castri, Squarzina, Marcucci, Carriglio, De Simone, Calenda, Patrice Kerbrat, Giorgio Pressburger, e molti altri.
Ha collaborato per molti anni con il Teatro Biondo di Palermo come attore, regista e insegnante di recitazione. Come regista ha ideato diversi spettacoli tra cui “L’oro in bocca”, di Giuseppe Bonaviri, ‘‘Anima’’ dagli scritti di Leonardo da Vinci, “I promessi sposi siamo noi” da Manzoni, “Non buttiamoci giù” da Nick Hornby. Ha partecipato come protagonista a numerose serie televisive Mediaset (“Vivere”, “Centovetrine”, “Carabinieri”) e Rai (“Provaci ancora Prof”, “Tutto può succedere”). Molti ricordano la sua immagine nel celebre spot “Thè Infrè”.